Guerra di camorra, doppio omicidio: uccisi due ex affiliati al clan

Guerra di camorra, doppio omicidio: uccisi due ex affiliati al clan

Le persone ammazzate avevano precedenti penali per camorra, traffico di droga ed estorsione


NAPOLI – Agguato di camorra a Napoli. Nel quartiere Miano, due uomini in una Peugeot sono stati trucidati a colpi d’arma da fuoco nella seconda traversa di via Janfolla. I due sono stati raggiunti da colpi d’arma da fuoco al torace, all’addome ed alle gambe. Sul posto sono giunti i carabinieri e i paramedici del 118, ma le vittime sono decedute poco prima dell’arrivo delle ambulanze. La madre di una delle due vittime è stata colta da un malore una volta scesa in strada, ma per fortuna non è stato necessario nessun intervento di rianimazione.

Le vittime dell’agguato sono Antonio Mele, 57 anni  e Biagio Palumbo, 53 anni.

Entrambi considerati ex affiliati al clan camorristico dei Lo Russo, secondo quanto si apprende erano “transitati” nella famiglia camorristica dei Nappello.

Mele era stato arrestato dai carabinieri a Pozzuoli nel 2009 mentre partecipava ad una cerimonia di matrimonio di un altro braccio destro del clan.  Era sorvegliato speciale di polizia e soggetto all’obbligo di soggiorno nel comune di Napoli.

Palumbo finì in manette del 2003 e avrebbe dovuto espiare 8 anni di carcere. Il suo nome compare in un’intercettazione ambientale tra Salvatore Lo Russo, Raffaele Perfetto ed Oscar Pecorelli.

LEGGI ANCHE :

Agguato di camorra: uccisi due uomini

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage