Ieri ladro di dolciumi e carrozzelle, oggi “cantante” in aula durante l’udienza

Ieri ladro di dolciumi e carrozzelle, oggi “cantante” in aula durante l’udienza

L’uomo, una volta chiamato al banco degli imputati per spiegare la sua versione dei fatti ha cominciato a cantare il suo inno nazionale


dolciumi inno nazionale ladro carrozzelle torre annunziata canta

TORRE ANNUNZIATA – Ieri era scappato dall’ospedale Maresca portando via anche una sedia a rotelle, per poi compiere una rapina in un negozio e portare via dolciumi. Oggi, durante la convalida del suo arresto, ha preso il microfono e ha iniziato a cantare l’inno nazionale della Nigeria. Protagonista dell’episodio, avvenuto, come riporta ilmattino.it, dinanzi al giudice del tribunale di Torre Annunziata, Federica De Maio, è stato un 32enne nigeriano, arrestato ieri dalla polizia di Torre del Greco.

L’uomo, una volta chiamato al banco degli imputati per spiegare la sua versione dei fatti, assistito d’ufficio dall’avvocato Giuseppe De Luca, il 32enne ha afferrato il microfono e – in pieno clima Sanremo – ha iniziato ad intonare una strofa di “Arise O Compatriots, Nigeria’s Call Obey”, il suo inno nazionale. Subito ripreso, ha chiesto scusa ed ha atteso in silenzio la convalida dell’arresto per rapina. Per lui è stato disposto il divieto di dimora a Torre del Greco.

LEGGI ANCHE:

In ospedale per un malore, scappa con la sedia a rotelle: preso durante rapina