Mugnano, aggredito e accoltellato dal branco: “Salvatore non è solo”

Mugnano, aggredito e accoltellato dal branco: “Salvatore non è solo”

Il Sindaco Luigi Sarnataro: “Profonda amarezza, Salvatore non è solo. Ripartire dalla cultura del rispetto e della condivisione”


Slvatore

MUGNANO – Arriva la dichiarazione del sindaco di Mugnano Luigi Sarnataro sui fatti accaduti a Salvatore, giovane mugnanese al Golden Gate di Pozzuoli.

Queste le parole del primo cittadino: “Quello che è accaduto a Salvatore, un giovane della nostra città, ci lascia senza parole e con un profondo senso di amarezza. Questi continui episodi di violenza gratuita, a danni di ragazzi che hanno come unica colpa quella di trovarsi al posto sbagliato al momento sbagliato, devono finire. La sola presenza di un numero maggiore di forze dell’ordine in strada non basta, dobbiamo ripartire tutti insieme dalle scuole, dalle associazioni, dalle parrocchie per dare nuovo slancio alla cultura del rispetto e della legalità. Salvatore non è solo, come non lo sono tutti gli altri ragazzi aggrediti brutalmente senza motivo. Noi siamo con lui e più di prima, come cittadini e come istituzioni, continueremo a combattere ogni forma di violenza con le armi della cultura, della condivisione e del rispetto”.

L’AGGRESSIONE

Accoltellato davanti alla discoteca sabato sera, Salvatore Migliaccio, 20 anni di Mugnano è ricoverato all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. La violenza per futili motivi. Migliaccio sarebbe stato avvicinato da un gruppo di ragazzini che lo avrebbero colpito più volte: 8 coltellate. I fendenti lo hanno raggiunto su gran parte del corpo, senza però, fortunatamente, intaccare gli organi vitali.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage