“Panchine d’emergenza” Ctp, dopo il divano a Giugliano la poltrona ad Aversa

“Panchine d’emergenza” Ctp, dopo il divano a Giugliano la poltrona ad Aversa

“Per avere un servizio migliore la gente paghi più spesso il biglietto e rispetti i mezzi”- dice un funzionario dell’azienda. “Abbiamo attuato un progetto di riqualificazione ricevendo ostruzionismo”, afferma il consigliere Risso


GIUGLIANO/AVERSA – Divani e poltrone usate per il… riposo dei pendolari di Giugliano e Aversa. Dopo il divano della fermata del bus in via San Nullo, a Licola, nei pressi dell’imbocco della tangenziale ecco spuntare una panchina ad una fermata del trasporto pubblico nella zona di Aversa Nord. “Qualche tempo fa- ha detto il consigliere comunale del M5S di Giugliano Vincenzo Risso- abbiamo posto in essere, grazie all’aiuto della Ctp e dei cittadini un bel progetto di riqualificazione di diverse fermate del bus nella fascia costiera giuglianese. Abbiamo fatto installare pensiline dove non c’erano mentre, dove c’erano vetri sporchi e rotti, li abbiamo sostituiti con sfondi dei paesaggi della zona e gigantografie dei cittadini. In cambio abbiamo però ricevuto ostruzionismo dai vertici dell’amministrazione”.

“Nonostante le difficoltà- dice un funzionario della Ctp- stiamo attuando diversi progetti per migliorare il servizio. Invito comunque gli utenti del trasporto pubblico a rispettare pulizia e decoro dei mezzi e soprattutto a pagare sempre il biglietto. Riscontriamo, infatti, un’eccessiva evasione che ci ha creato molti danni. Abbiamo aperto a nuove linee in diversi punti, ad esempio collegamenti con la TAV di Afragola e riqualificazione nelle zone di Pozzuoli, del Villaggio Coppola e di Villa Literno”.

 

LEGGI ANCHE:

Giugliano, un divano sotto la pensilina alla fermata del bus