Prende la pistola di un parente e si toglie la vita a 22 anni

Prende la pistola di un parente e si toglie la vita a 22 anni

Il ragazzo è di origini rumene ma è stato adottato da una famiglia italiana, sembrerebbe che l’arma da fuoco utilizzata per il suicidio sia di proprietà di un parente.


SALERNO – Prende la pistola di un parente e si toglie la vita a 22 anni, tragedia in un comune a sud di Salerno. Un ragazzo di 22 anni, di Buonabitacolo, si è tolto la vita nella tarda serata di ieri, a ritrovarlo è stato un suo familiare. Erano circa le 23 quando in un’edificio di Via Costarelle, ubicata in un’area limitrofa del paese, ha deciso di spararsi con una pistola. Il ragazzo è di origini rumene ma è stato adottato da una famiglia italiana, sembrerebbe che l’arma da fuoco utilizzata per il suicidio sia di proprietà di un parente.

Il corpo ora si trova a Polla nella sala mortuaria dell’ospedale “Luigi Curto” dove sarà effettuata l’autopsia in mattinata. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, guidati dal capitano Davide Acquaviva, che stanno effettuando le dovute indagini per ricostruire l’accaduto, al momento restano ignote le cause del gesto che ha lasciato tutta la comunità sotto choc.

A parlare per i cittadini è stato il Sindaco Giancarlo Guercio che si è dichiarato sgomento dalla triste vicenda.

TORNA ALLA HOME