Quattro anni per l’imprenditore usuraio, applicava interessi altissimi

Quattro anni per l’imprenditore usuraio, applicava interessi altissimi

Secondo l’accusa, il prestito concesso dall’imprenditore di Alife gravava di un’interesse del 20% ogni quattro mesi


imprenditore

ALIFE – Imprenditore usuraio condannato a quattro anni di carcere, l’uomo in questione è Antonio Corrado titolare di un’azienda di autotrasporti di Alife, nell’alto casertano. Ad emettere la condanna è stato il tribunale di Santa maria Capua Vetere presieduto da Luciana Crisci. Corrado è finito sotto processo a seguito di una denuncia effettuata da R. G., amico imprenditore dell’uomo, che lo ha accusato di avergli concesso un prestito con un tasso d’interesse che avrebbe, col tempo, raggiunto una cifra esorbitante.

Dopo una lunga indagine da parte della polizia giudiziaria, coordinata dal pubblico ministero della procura di Santa Maria Capua Vetere, Vincenzo Quaranta, è stata inflitta la condanna.La vittima si è così costituita parte civile assistita dall’avvocato Raffaele Crisileo, la quali ragioni sono state totalmente accolte dal pubblico ministero Pasqualina Condello. Secondo l’accusa, il prestito, concesso dall’imprenditore di Alife che riechideva spesso titoli e garanzie, gravava di un’interesse del 20% ogni quattro mesi tanto da costringere la vittima a rivolgersi alle autorità.
La condanna per l’imprenditore strozzino arriva dopo sei anni.

 

TORNA ALLA HOME