Sant’Antimo, la polemica: scuole aperte e rami che cadono fuori agli istituti

Sant’Antimo, la polemica: scuole aperte e rami che cadono fuori agli istituti

Aurelio Russo non ha emanato ordinanze di chiusura, nonostante la forte nevicata e i disagi alla circolazione


SANT’ANTIMO – La straordinaria nevicata che sta interessando tutta la provincia di Napoli non ha portato il sindaco Aurelio Russo a propendere per la dovuta chiusura delle scuole di Sant’Antimo. Dovuta, per la copiosa nevicata che forse mancava da 30 anni e dovuta, per i provvedimenti invece emessi dai sindaci dei paesi vicini. Stamattina si sono registrate anche le ordinanze dei sindaci di Giugliano, Villaricca, e Mugnano che se pur in ritardo hanno chiuso gli istituti di tutto il territorio per due giorni.

La forte perturbazione – come denunciato da Forza Italia – ha spezzato grossi rami di alberi posti in prossimità della scuola Giovanni XXIII: “Solo il caso ha voluto che non ci fossero bambini”, denunciano dalla sezione del partito di Sant’Antimo.

La denuncia arriva anche dalla consigliera Ivana Tarantino: “Ieri sera ho chiesto attraverso mezzi informali al Sindaco in veste di consigliera e soprattutto mamma di emanare un ordinanza di chiusura delle scuole dato il bollettino meteorologico di allerta, in ossequio del principio di precauzione e sicurezza. In risposta alla mia richiesta è che non c’era questa emergenza…”