Don Michele si difende: ” Sesso? Denuncerò per calunnia le mie accusatrici”

Don Michele si difende: ” Sesso? Denuncerò per calunnia le mie accusatrici”

CASAPESENNA – Don Michele Barone ha respinto ogni contestazione nel corso dell’interrogatorio durato più di tre ore, soprattutto per quanto riguarda gli


don michele

CASAPESENNA – Don Michele Barone ha respinto ogni contestazione nel corso dell’interrogatorio durato più di tre ore, soprattutto per quanto riguarda gli abusi sessuali che avrebbe commesso verso due ragazzine. Ha poi rivendicato la legittimità delle sue azioni don Michele ed ha accusato anche il vescovo della diocesi di Aversa Mons. Angelo Spinillo, ritendendo che il religioso sapesse tutto degli esorcismi e che erano atti di purificazione. “Tutto è accaduto secondo quelle che sono le condizioni ecclesiastiche”, avrebbe affermato Don Michele.  Ma monsignor Angelo Spinillo, il vescovo della Diocesi di Aversa, fin dal primo momento ha detto di non essere a conoscenza di quanto avveniva a Casapesenna e che don Barone non era autorizzato alla pratica dell’esorcismo.

Il parroco di Casapesenna, davanti al gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha affermato: ” Denuncerò per calunnia le mie accusatrici”.  Nel frattempo, è stata già presentata – dal legale di Don Michele –  istanza di scarcerazione al tribunale per il Riesame”.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI

LEGGI ANCHE:

Scandalo esorcismo, Don Michele Barone accusa il vescovo Spinillo: “Sapeva tutto”