Terra dei fuochi, grazie ai droni rilevata una nuova discarica

Terra dei fuochi, grazie ai droni rilevata una nuova discarica

Materiali di risulta e rifiuti solidi urbani riempivano interamente la zona presso la quale si sono recati i carabinieri della stazione di Castel Volturno. Il comune ha predisposto una bonifica immediata del fondo


terra dei fuochi

CASTEL VOLTURNO – Terra dei fuochi, rilevata nuova discarica a cielo aperto in provincia di Caserta. In questo caso però il ritrovamento è stato fatto grazie ai droni, messi a disposizione dalla Regione Campania, per i carabinieri.

Nuovo metodo di pattugliamento dei territori dall’alto, messo a disposizione per le zone tra Caserta e Napoli. Otto sono in totale gli apparecchi acquistati per i controlli, i dispositivi sono stati presentati nella giornata di sabato dal governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca durante la cerimonia tenuta a Marcianise.

Il drone che ha ispezionato la terra dei fuochi è telecomandano dai militari del Gruppo Forestale di Reggio Calabria – nucleo Parco dell’Aspromonte. La discarica è stata scoperta in via dei Diavoli, a Castel Volturno, area di circa 6000 metri quadrati. Materiali di risulta e rifiuti solidi urbani riempivano interamente la zona presso la quale si sono recati i carabinieri della stazione di Castel Volturno. I militari giunti sul posto hanno identificato i proprietari e informato il comune, che ha predisposto una bonifica immediata del fondo.

 

TORNA ALLA HOME