Verso il 4 marzo, il programma di Flora Beneduce candidata al Senato

Verso il 4 marzo, il programma di Flora Beneduce candidata al Senato

La consigliera regionale di Forza Italia: “Porterò in Parlamento le questioni su cui mi sono battuta fino ad oggi, in primis la Sanità”


NAPOLI – Primario degli ospedali riuniti della Penisola sorrentina, la dottoressa Flora Beneduce rappresenta Forza Italia tra i banchi del Consiglio Regionale della Campania, dove è approdata grazie ad un importante riscontro elettorale, con circa 15.000 preferenze raccolte nell’ultima tornata del 2015.

Pur sedendo all’opposizione della giunta De Luca, la consigliera Beneduce ha conseguito importanti risultati in ambito Sanità grazie alla sua competenza in materia e al suo incessante lavoro nella specifica V Commissione. Frutto del suo impegno sono le leggi regionali sull’autismo, sul caregiver, sul femminicidio, sulla Pet Therapy, l’accesso dei diversamente abili nelle strutture balneari. Importanti i risultati ottenuti in questi anni di consiliatura anche nel settore Agricoltura, col costante apporto fornito in VIII Commissione che ha portato, tra gli altri risultati, alla legge sull’agricoltura di precisione. Diverse, infine, le proposte in dirittura d’arrivo.

Il proficuo impegno politico in consiglio regionale, ove ricopre anche l’incarico di consigliere segretario dell’ufficio di presidenza, ha convinto i vertici del partito di Berlusconi a puntare sul suo autorevole profilo per la candidatura al Senato della Repubblica nel collegio uninominale Giugliano-Pozzuoli quale rappresentante di Forza Italia e delle forze che compongono la coalizione di Centro Destra.

L’obiettivo primario della dottoressa Beneduce sarà il portare in Parlamento quelle istanze a tutela della cittadinanza su cui si è battuta fino ad oggi, proposte di buon senso che hanno sempre trovato i favori anche delle altre parti politiche grazie a quelle capacità di dialogo, ascolto e mediazione su cui la Beneduce intende costruire la nuova esperienza politica.

“Al centro del mio programma, totalmente aderente a quello di Forza Italia, c’è senza dubbio la Sanità – commenta la Beneduce – con priorità allo sblocco delle assunzioni e ad una più efficace organizzazione delle reti territoriali. Gli imprenditori, spina dorsale del paese, vanno sostenuti con l’abolizione del limite ai contanti e la rivisitazione del regime fiscale, introducendo la Flat Tax e abolendo Equitalia con l’autonomia di riscossione per gli enti locali. Bisogna fare di più per le famiglie, in particolar modo per gli anziani, è necessario l’aumento delle pensioni minime e degli assegni familiari, estendendo nel contempo le prestazioni sanitarie sotto la soglia di reddito”.

“Il nuovo Governo dovrà puntare ad azzerare il grande gap oggi presente tra Nord e Sud del Paese, servirà l’accesso a fondi nazionali e comunitari ed il loro corretto uso in favore soprattutto dei giovani – prosegue la candidata – introducendo allo stesso tempo norme a tutela del Made in Italy per sostenere le nostre produzioni agricole e agroalimentari, ricchezze come la pizza e la mozzarella dop vanno valorizzate. Serve maggiore sicurezza nelle nostre città, imprescindibile l’introduzione del poliziotto di quartiere e del principio che la difesa è sempre legittima. Mi impegnerò anche sulle norme a tutela dei diritti degli animali domestici e di affezione”.

Tra i punti in programma anche l’istruzione: “La cosiddetta buona scuola si è dimostrata tutt’altro che buona, bisogna lavorare sulle anomalie e le storture di questa legge per dare un settore così delicato una forma più corretta. E lo stesso va fatto con la politica, è necessario ridurne i costi e tagliare gli sprechi della gestione pubblica attraverso l’unione dei comuni, l’efficientamento delle città metropolitane, l’accorpamento delle società partecipate. Infine – conclude la consigliera regionale – lavoreremo per l’elezione diretta del Presidente della Repubblica”.