Baby gang non vuole lasciare Mc Donald’s in chiusura: aggredito dipendente

Baby gang non vuole lasciare Mc Donald’s in chiusura: aggredito dipendente

Un gruppo di ragazzini di età compresa tra i 13 ed i 15 anni ha aggredito un dipendente perchè non voleva alzarsi dai tavolini nonostante fosse quasi l’una di notte e il fast food dovesse chiudere


mc donald's aggredito dipendente sedia baby gang

NAPOLI – Ancora baby gang violente nel cuore di Napoli. Un gruppo di ragazzini di età compresa tra i 13 ed i 15 anni ha aggredito un dipendente del Mc Donald’s perchè non voleva alzarsi dai tavolini nonostante fosse quasi l’una di notte e il fast food dovesse chiudere. Così è nato un diverbio tra gli addetti alle pulizie e un gruppo di ragazzini durante il quale uno di loro ha colpito con una sedia il dipendente. L’episodio è accaduto la scorsa notte nelle galleria Umberto I di Napoli. Secondo quanto raccontato alla Polizia di Stato dalla vittima, il gruppo era composto da circa 7-8 ragazzini e chi lo ha colpito aveva molto probabilmente un’età compresa tra i 13 e 15 anni.

Appena dopo l’aggressione, il gruppo è scappato lungo via Toledo; è stato anche notato da alcuni militari che erano in servizio in strada. Nell’area interessata dall’aggressione, ci sono telecamere sia di McDonald’s che di un negozio adiacente: le immagini, quindi, potrebbero dare un volto agli aggressori. Indagini sono in corso per rintracciarli. Tre i giorni di prognosi per la vittima (ANSA).

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI
LEGGI ANCHE:

Ragazzo accoltellato al Vomero, in manette baby gang