Faida Casalesi-Nuvoletta: tre arresti per omicidio grazie ai testimoni

Faida Casalesi-Nuvoletta: tre arresti per omicidio grazie ai testimoni

La vittima lavorava come guardiano in un’azienda agricola di proprietà proprio del clan di Marano


FAIDA CASALESI nuvoletta arresti

CASERTANO/MARANO DI NAPOLI – Sviluppi decisivi nell’indagine sulla faida di camorra tra le fazioni dei Casalesi e quella dei Nuvoletta: tre arresti per l’omicidio Izzo. L’omicidio è risalente al 1991, il caso è stato risolto grazie al contributo di due collaboratori di giustizia, Cipriano D’Alessandro e Nicola Panaro. Ordinanza di custodia cautelare in carcere ai danni di Walter Schiavone, Enrico Martinelli ed Antonio Mezzero del clan dei Casalesi per l’omicidio di Stefano Izzo, ucciso il 18 dicembre 1991 a Pastorano, in provincia di Caserta. I carabinieri della stazione di Grazzanise hanno eseguito l’ordinanza recapitandola ai diretti interessati nei carceri di Parma, Opera e Voghera dove sono detenuti.

I tre- come riporta napolitoday.it- sono accusati di omicidio aggravato e porto d’arma da fuoco insieme ai due collaboratori coinvolti nella stessa indagine. Il delitto si consumò nell’ambito dello scontro tra l’ala di Schiavone ed il clan di Marano di Napoli. La vittima lavorava come guardiano in un’azienda agricola di proprietà proprio dei Nuvoletta. Secondo i casalesi aveva fatto da “specchiettista” all’omicidio di Emilio Martinelli, fratello dell’indagato Enrico.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI
LEGGI ANCHE:

Estorsione per conto dei Casalesi: 6 arresti