Ubriaco alla guida, si schianta ed uccide l’amica di 22 anni: scarcerato

Ubriaco alla guida, si schianta ed uccide l’amica di 22 anni: scarcerato

La giovane, in seguito all’impatto, è sbalzata fuori dall’auto andando a sbattere contro un palo e morendo sul colpo


scarcerato

NAPOLI – Dopo la convalide dell’arresto del 28enne Carlo De Benedettis è arrivata anche la scarcerazione. L’uomo che martedì scorso, guidando sotto gli effetti dell’alcol e degli stupefacenti, si è schiantato ed ha ucciso la sua amica di 22 anni, Burlaka Mykhaiela, studentessa di origini ucraine. L’impatto è avvenuto alle prime luci del mattino ad Ischia, precisamente in zona Castiglione.

Il 28enne ha perso il controllo dell’auto finendo contro alcuni alberi sulla strada tra Casamicciola e Ischia. Il Gip all’esito dell’interrogatorio di garanzia di stamattina ha disposto la revoca della misura cautelare personale dei domiciliari, disponendo il solo obbligo di firma per due volte al giorno presso il commissariato di Ischia, mentre il pubblico ministero aveva chiesto il mantenimento degli arresti domiciliari. La giovane, in seguito all’impatto, è sbalzata fuori dall’auto andando a sbattere contro un palo e morendo sul colpo.

De Benedettis venne arrestato dagli uomini della Polizia di Stato con l’accusa di omicidio stradale. Sul corpo della 22enne sarà eseguita l’autopsia al II Policlinico di Napoli.

IL MESSAGGIO DI CORDOGLIO

“Ciao vita mia, ci vediamo presto: scusa se non sono riuscito a proteggerti”. Questo è solo uno dei tanti messaggi che si possono leggere.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage