Blitz della municipale in sale giochi e centri scommesse: multe da migliaia di euro

Blitz della municipale in sale giochi e centri scommesse: multe da migliaia di euro

I vigili urbani, impegnati con macchine civette e vestiti in borghese, hanno agito negli orari in cui le sale avrebbero dovuto essere chiuse, tra le 12 e le 18


NAPOLI – Blitz  della Municipale nelle sale da giochi e nei centri scommesse a Napoli, dove sono state monitorate le attività dei centri maggiormente frequentati dagli avventori. L’operazione, che rientra nell’azione di controllo organizzata dal comandante della polizia municipale di Napoli, Ciro Esposito, è stata diretta sul campo dall’unità operativa Vomero- Arenella guidata da Gaetano Frattini. La vasta operazione ha riguardato sia il rispetto delle delibere comunali riguardo gli orari e le modalità di svolgimento degli esercizi, sia la verifica delle autorizzazioni necessarie alle attività per per un totale di 6.000 euro di sanzioni.
I vigili urbani, impegnati con macchine civette e vestiti in borghese, hanno agito negli orari in cui le sale avrebbero dovuto essere chiuse, tra le 12 e le 18. Oggetto dei controlli sono state l’Eurobet di via Cavallino, Gold Bet in via Porpora, Eurobet in via Pietravalle, un altro centro Eurobet nella zona dell’Avvocata, al corso Vittorio Emanuele e il Bingo in via Bracco, il punto Eurobet alla Riviera di Chiaia e Gold Bet in via nuova Marina.

Durante il blitz, come riporta ilmttino.it. sono stati verbalizzati sette titolari che non ottemperavano all’obbligo di chiusura sancito dalla delibera che vieta l’apertura delle sale scommesse e da gioco dalle 12 alle 18. Inoltre altri cinque titolari sono stati multati per la mancanza di autorizzazione comunale prevista dal regolamento in materia di pubblica sicurezza e un locale in via Giulio Palermo, all’Arenella, è stato sequestrato con tutte le attrezzature. Tutte le persone verbalizzate sono state segnalate agli uffici competenti per i successivi adempimenti.

Curiosità: gli agenti impegnati nell’operazione hanno raccontato che tutti gli avventori all’interno delle sale giochi e scommesse non si sono scagliati contro i poliziotti ma anzi hanno dichiarato, come verbalizzato: «Oggi grazie a voi non perdo denaro».

Le operazioni di controllo intraprese, proseguiranno nei prossimi giorni a tutela dei minori e delle fasce più deboli, soggette alla dipendenza da gioco.