Giuglianesi morti: Francesco frequentava il Galvani, Alessandro amava la velocità

Giuglianesi morti: Francesco frequentava il Galvani, Alessandro amava la velocità

Sembrerebbe che la potente vettura, risultata noleggiata, abbia dapprima perso aderenza con l’asfalto e poi sarebbe finita in una scarpata e successivamente contro lo sparti-traffico in cemento


alessandro morti giuglianesi porche alessandro tizzano francesco lottante

CASSINO/GIUGLIANO – Uno dei due ragazzi morti nell’incidente avvenuto questa notte sulla A1, Francesco Lottante (a sinistra in foto), aveva soltanto 18 anni,  e andava a scuola all’Its Galvani di Giugliano, la stessa scuola di Alessio Granata, deceduto a soli 16 anni dopo un incidente in moto circa un anno fa.  Francesco era giuglianese ma abitava in una strada al confine con Parete. L’altro, il 27enne Alessandro Tizzano (a destra nella foto), che era alla guida della Porsche Carrera, poi risultata noleggiata, che si è schiantata nel tragico impatto, era notoriamente amante della velocità. Più di una volta, infatti, aveva ostentato la potenza dell’auto.

Diversi i messaggi social di cordoglio degli amici dei due ragazzi, che hanno perso la vita nella notte. Molti di loro stanno raggiungendo, assieme ai parenti, le salme dei due ragazzi all’ospedale di Cassino.

In base ad una prima ricostruzione della dinamica effettuata dagli agenti della sottosezione A1 di Cassino e del Coa di Caserta, sembrerebbe che la potente vettura abbia dapprima perso aderenza con l’asfalto e poi sarebbe finita in una scarpata e successivamente contro lo sparti-traffico in cemento.

 

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI
LEGGI ANCHE:

Giuglianesi morti nella Porsche: Alessandro viaggiava a quasi 300km/h. IL VIDEO