Ladri di gioielli arrestati dai Carabinieri: uno di loro si rompe un braccio nella fuga

Ladri di gioielli arrestati dai Carabinieri: uno di loro si rompe un braccio nella fuga

Dopo aver scassinato la porta, i malviventi avevano rovistato tra le stanze e stavano portando via gioielli per un valore di 3.500 euro


braccio rotto ladri gioielli arrestati soccavo rotto braccio

NAPOLI – Colti in flagrante con gioielli da migliaia di euro che avevano rubato: finisce male una rapina a Soccavo. Sono tre i ladri beccati in flagrante dalle forze dell’ordine nella notte tra lunedì e martedì, nell’ambito dei controlli rafforzati dopo il picco di segnalazioni di furti in casa che arrivano dalla periferia ovest. Di questi, come riporta ilmattino.it, uno è stato arrestato subito, il secondo è riuscito a dileguarsi ma è stato ugualmente identificato e il terzo, per scappare, si è rotto un braccio. I carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti in via Giustiniano, quartiere Soccavo, dove erano state segnalate alcune persone che armeggiavano davanti a un’abitazione. Dopo aver scassinato la porta, i tre avevano rovistato tra le stanze e stavano portando via gioielli per un valore di 3.500 euro.

All’arrivo dei militari hanno tentato la fuga. B. G., napoletano di 43 anni, è scappato ma è stato identificato e successivamente denunciato. Gianfranco Montuoro, 43 anni, ha invece tentato di sfuggire ai carabinieri lanciandosi dal balcone: si è rotto un braccio ed attualmente è ricoverato in ospedale, piantonato e agli arresti; in manette, sempre con l’accusa di furto aggravato, anche il terzo componente del gruppo, Ivane Tsiklauri, georgiano di 35 anni, che risulta risiedere a Modugno (Bari).

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI
LEGGI ANCHE:

7E0F7407-E4D3-4D2A-9672-F27A5928AFC0