Neonato in crisi respiratoria salvato in extremis da un anestesista

Neonato in crisi respiratoria salvato in extremis da un anestesista

Il piccolo è stato salvato grazie ad alcune manovre realizzate dal medico


PORTICI – Una storia a lieto fine quella avvenuta stamane in un centro diagnostico di Portici, dove un neonato di soli 15 giorni è stato salvato da medico da una crisi respiratoria.

La vicenda si è consumata, come riporta il mattino.it, verso le 8.00 di questa mattina nel centro di analisi San Ciro in via Libertà. Il piccolo neonato è stato trasportato dal padre presso la struttura. Il bimbo si è presentato agli occhi degli operatori lì presenti cianotico, asfittico e con gravi difficoltà respiratorie. Immediata la chiamata all’anestesista Cosimo Aruta, 74enne, che è riuscito a salvare il neonato, rianimandolo.

neonato
Immagine d’archivio

Aruta ha raccontato di averlo liberato, con una manovra, dai muchi che gli occludevano le vie respiratorie per poi trasportarlo in sala di rianimazione. Qui l’anestesista grazie all’utilizzo di un aspiratore è riuscito a completare la sue manovre di salvataggio.

Il piccolo è stato poi trasportato presso il Santobono di Napoli, dove è stato visitato gli sono stati ulteriormente aspirati dei muchi e subito dopo è stato dimesso, senza necessità di rianimazione e ricovero. Ora il bimbo è tornato a casa tra le braccia dei suoi genitori e sta bene.