Terra dei Fuochi, violazioni per oltre 430mila euro: sequestri e denunce

Terra dei Fuochi, violazioni per oltre 430mila euro: sequestri e denunce

Un’operazione volta al contrasto del fenomeno dei roghi in Campania


CASERTANO – E’ stata disposta dall’incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi nella regione Campania, un’operazione di controllo ad attività commerciali e imprenditoriali, in cui sono stati impegnati oltre 70 militari del raggruppamento Campania dell’Esercito italiano, forze dell’ordine e le polizie locali per un totale di 30 equipaggi. Sequestrate quattro aziende ed identificate 64 persone di cui 12 denunciate all’autorità giudiziaria; contestate violazioni amministrative per oltre 430mila euro e poste sotto sequestro 350 tonnellate di rifiuti.

Sono state rinvenute oltre 300 tonnellate di imballaggi in violazione alla normativa antincendio e sicurezza sul lavoro, a San Tammaro, in un’area di una società attiva nel settore di recupero e stoccaggio di carta, cartone e plastica. La ditta, nonostante la sospensione delle relative autorizzazioni ambientali, continuava la propria attività. Il proprietario è stato denunciato.

E’ stata inoltre controllata un’altra azienda dove venivano scaricati rottami vari, trasportati con automezzi privati non autorizzati. Posta sotto sequestro sia l’azienda che i macchinari non conformi. Denunciati gli autisti per trasporto abusivo di rifiuti e sanzionati per un totale di 225mila euro. Nei pressi della Reggia di Carditello, all’interno di un’area di circa 3500 metri quadrati, sono state sequestrate due aziende zootecniche con 280 bufale per sversamento di liquami nei terreni circostanti, senza alcun trattamento di depurazione. Sottoposto a sequestro anche un piazzale di oltre mille metri quadrati, realizzato con materiale di risulta, nel quale è stata rilevata da parte dei funzionari dell’Arpac la presenza di amianto. Il proprietario dell’area e i due titolari delle aziende sono stati denunciati ed è stata elevata una multa.