Terrore a Giugliano, uomo sfascia il comune e aggredisce i vigili

Terrore a Giugliano, uomo sfascia il comune e aggredisce i vigili

L’uomo è stato poi accompagnato in ospedale per accertamenti e resta presidiato dagli agenti della Polizia


GIUGLIANO – Caos e paura poco fa al comune di Giugliano. Un migrante di origine africana si è introdotto all’interno della casa comunale chiedendo di parlare col sindaco, Antonio Poziello. L’uomo, che parlava poco la lingua italiana, ha iniziato ad andare in escandescenza quando ha capito che non avrebbe incontrato il primo cittadino.

Ha iniziato prima ad urlare e poi a colpire suppellettili del comune al secondo piano, nei pressi della stanza del sindaco. Sul posto sono arrivati a quel punto i vigili urbani di Giugliano che hanno tentato di fermare l’uomo che, nel frattempo era sceso al primo piano. Il migrante quando ha visto gli agenti della municipale ha colpito con una testata la porta di ingresso dell’aula consiliare, poi si è scaraventato contro un vigile e lo ha colpito con uno schiaffo.

Momenti di autentico panico vissuto da dipendenti ed utenti del comune di Giugliano. Sul posto, allertata da testimoni è arrivata poi la Polizia che ha bloccato l’uomo e ammanettato, con non poche difficoltà.

L’uomo è stato poi accompagnato in ospedale per accertamenti e resta presidiato dagli agenti della Polizia.