Giugliano, il ristorante da incubo scoperto dai carabinieri durante il blitz

Giugliano, il ristorante da incubo scoperto dai carabinieri durante il blitz

Cibo e bevande sequestrate e distrutte. Locali in pessime condizioni


giugliano

GIUGLIANO – Blitz dei carabinieri di Giugliano a Licola Mare, controlli e perquisizioni in diversi stabili occupati da extracomunitari. Durante i controlli dei miltari dell’arma è stato scoperto anche un ristorante, privo di ogni tabella e indacazioni, sito all’interno di un “basso” dove viveva una donna risultata poi a seguito di controlli, senza documenti, la quale preparava da mangiare per i migranti del posto.

I locali erano in pessime condizioni igienico sanitarie. Una cucina adibita a ristorante con circa una decina di posti a sedere vicino ad un unico tavolo grande rettangolare. All’interno di una dispensa c’erano diversi prodotti alimentari, posti sotto sequestro dalla polizia municipale e gettati in seguito nell’autocompattatore per essere distrutti. Sequestrati, all’interno di un frigorifero, bevande e pesce surgelato. La donna, che gestiva il tutto è stata sottoposta a fermo e tradotta in caserma per tutti i controlli del caso. Elevate sanzioni amministrative per 9.500 euro per violazioni relative alla tracciabilità alimentare e sanitaria.