Giugliano, si nascondeva nel campo rom la baby ladra di gioielli

Giugliano, si nascondeva nel campo rom la baby ladra di gioielli

Il blitz dei carabinieri è avvenuto stamattina, inoltre 4 denunciati per furto di rame


GIUGLIANO

GIUGLIANO IN CAMPANIA – All’esito predispo­sto del servizio finalizzato al contr­asto dei furti di metalli, in particol­are del rame, i militari della co­mpagnia dei carabinieri di Giugliano, coadiuvati in fase esecutiva da milita­ri dell’esercito ita­liano del 4° reggime­nto carri di Persa­no impegnati nei controlli delle ar­ee della “terra dei fuochi”, hanno proceduto al controllo del “campo rom” sito in questa via Vaticati, all’esi­to del quale hanno deferito in stato di libertà quattro persone di nazionalità straniera per i reati di ricettazione e attività di ges­tione di rifiuti non aut­orizzata i seguenti soggetti risultati con prec­edenti di polizia, tutti domiciliati pr­esso il campo nomadi di questa via Vat­icati.

I predetti venivano so­rpresi dagli operanti a detenere illeg­almente, nelle perti­nenze delle proprie dimore (moduli abitativi e baracche), oltre due quintali di metallo in rame, di cui parte occ­ultato in secchi di plastica e altro rin­venuto all’interno di un furgone (risultato intestato ad un soggetto di Mondragone). Nel medesimo contesto operativo veniva alt­resì deferita in stato di libertà per il solo reato di ric­ettazione una minor­e domiciliata pres­so lo stesso campo rom, la quale deteneva, senza essere in grado di riferire sulla provenienza, veros­imilmente illecita, monili in oro giallo (6 collane, 2 bracciali e 8 anelli) per complessivi gr. 256.
Il rame, parte del quale già estratto e ricavato dalla com­bustione di cavi e fili elettrici, sot­toposto a sequestro unitamente ai monili in oro e al suddetto furgone. L’operazione è avvenuta sotto la direzione del capitano Antonio De Lise.