Il blitz, l’arresto, la fine dell’incubo. Chi è Pasquale De Falco, l’assassino della madre

Il blitz, l’arresto, la fine dell’incubo. Chi è Pasquale De Falco, l’assassino della madre

La lunga giornata di Qualiano, dagli spari contro sua madre all’intervento dei carabinieri


QUALIANO – L’incubo è finito solo a tarda serata, dopo dieci ore che hanno tenuto Qualiano con il fiato sospeso. Pasquale De Falco è stato catturato dopo l’incursione a base di colpi stordenti ad opera del gruppo di intervento speciale dei carabinieri. E’ uscito indenne, scortato dai militari dell’arma che sono riusciti a tutelarne l’incolumità nel blitz all’interno dell’abitazione in via Campana e nell’uscita in strada, evitando contatti con chi aspettava la cattura per gridargli contro tutta la rabbia racchiusa nelle parole urlate contro De Falco.

Tutto è cominciato ieri mattina, quando Pasquale De Falco ha aperto la cassaforte dove erano custodite le armi detenute regolarmente dal padre Antonio: ha preso il fucile con cui ha fatto fuoco tre volte contro sua madre Teresa, uccidendola sul bancone di casa, e la pistola con cui invece ha fatto fuoco diverse volte in direzione dei carabinieri che provavano a raggiungere l’abitazione dei De Falco. In suo possesso erano finite circa 200 munizioni.

Si è barricato in casa ed ha alternato momenti di lucidità, in cui ha parlato con i carabinieri che hanno provato fino alla fine a portarlo alla resa, a momenti di assoluto silenzio. Pare che l’uomo sia stato anche preda di deliri di tipo mistico: testimoni rivelano che abbia più volte gridato “sono Gesù Cristo, sono il Salvatore”. La spirale che ha portato Pasquale alla lucida follia è cominciata diversi anni fa, a seguito di una forte delusione d’amore che lo ha fatto cadere in un profondo stato di depressione e gli ha fatto tentare il suicidio. Laureato, sportivo, il giovane è diventato l’ombra di se stesso ed è scivolato lentamente, ma inesorabilmente, verso quel fondo toccato ieri.

Non mi arrendo finché non uccido anche mio padre”, questa la frase raggelante riportata ieri dal cognato, che aveva provato a farlo ragionare così come fatto anche dalla sorella. Lo stesso cognato ha riferito di diversi episodi di violenza verso i genitori, Teresa dopo essere stata picchiata gli avrebbe detto piangendo che si trattava pur sempre di suo figlio. Il male che si stava impossessando della mente labile di Pasquale lo aveva convinto che la sua famiglia era il nemico e andava eliminata, sia sua madre – colpita senza pietà – sia suo padre. Proprio il padre, inizialmente inconsapevole del dramma in atto poiché impegnato nel suo lavoro nei campi ha detto di non spiegarsi come Pasquale abbia avuto accesso ad una cassaforte le cui chiavi erano unicamente in suo possesso. Il 75enne ha chiesto di poter dare un ultimo saluto alla moglie, ma una volta accompagnato sul posto dalla polizia municipale è stato poi allontanato in una zona sicura, viste le intenzioni bellicose del figlio.

La mobilitazione dei carabinieri è stata massiccia, un’operazione delicata che ha portato all’arresto dell’uomo dopo una lunga attesa e senza ulteriori spargimenti di sangue. Cosa tutt’altro che scontata, viste le intenzioni di De Falco. La compagnia di Giugliano, il comando provinciale, l’anti terrorismo e il GIS hanno occupato lo scenario creando le condizioni di massima sicurezza per residenti e passanti, inclusi i tanti curiosi che si sono recati in via Campana per assistere alla scena. Una scena che per forza di cose è salita alla ribalta dei social, tanto che i vertici dell’Arma hanno chiesto alla nostra redazione di interrompere la diretta poiché anche lo stesso De Falco era collegato, seguendo così tutti i movimenti dei militari in azione.

L’ordine è arrivato quando erano circa le 21. Tutto si è svolto in pochi secondi, i “flash bang” esplosi, De Falco stordito che non ha tempo né modo di reagire, le manette. La fine di un incubo che tale però resterà per il padre e la sorella dell’omicida, e per i loro amici e parenti. L’uomo ha passato la notte alla caserma di Giugliano, e questa mattina sarà trasferito a Poggioreale.

IL VIDEO DEL BLITZ E LA CATTURA DELL’UOMO

+++ QUALIANO, ECCO L’IRRUZIONE E LE IMMAGINI DI DE FALCO IN MANETTE +++Leggi >> https://goo.gl/YGv8JP

Pubblicato da Il Meridiano News su giovedì 3 maggio 2018