Neonato ustianato durante il bagnetto: migliorano le sue condizioni

Neonato ustianato durante il bagnetto: migliorano le sue condizioni

I medici dell’ospedale Cardarelli hanno riferito che le bruciature dovrebbero guarire senza lasciare alcun segno permanente sulla pelle


NAPOLI – Migliorano le condizioni del neonato ustionato durante il primo bagnetto a seguito del parto. Ha riportato ustioni di secondo grado sulle gambe e sui glutei; i medici dell’ospedale Cardarelli, che si sono occupati del piccolo, hanno riferito che le bruciature dovrebbero guarire senza lasciare alcun segno permanente sulla pelle.

LA VICENDA

La vicenda risale a lunedì mattina, quando il piccolo è rimasto scottato durante l’usuale bagno che viene fatto subito dopo il parto. La puericutrice non è si è accorta dell’alta temperatura dell’acqua continuando ad immergere il bambino; solo quando sono comparse le prime macchie rosse è riuscita ad accorgersi di quello che stava accadendo.

LE ACCUSA

A seguito dell’accaduto il piccolo è stato subito trasferito nel reparto specializzato della cura di ustioni. Le condizioni sono adesso stabili, ma sono tre i soggetti che dovrebbero finire sotto l’accusa della commissione disciplinare, tra cui il primario Maria Grazia Corbo che dovrebbe rispondere di mancato controllo del singolo caso e di cattiva gestione di tutta l’unità operativa del reparto. Coinvolte nella vicenda sono anche la puericutrice e un’infermiera.

LEGGI ANCHE —> Dramma in ospedale: neonato ustionato dall’acqua bollente del bagnetto dopo il parto

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

TORNA ALLA HOME