Qualiano, clamoroso al comune: è rissa tra dirigente e vicesindaco

Qualiano, clamoroso al comune: è rissa tra dirigente e vicesindaco

Motivo del contendere una questione sulla tanto discussa Multiservizi


rissa al comune di qualiano

QUALIANO – Rissa al comune di Qualiano. Volano gli stracci nella casa comunale, ma stavolta non è solo un modo di dire. Questa mattina infatti nervi tesi tra il vicesindaco Castaldo ed il dirigente dell’ufficio tecnico Giuseppe Russo, a “farne le spese” il secchio pieno d’acqua per le pulizie dei locali che, colpito con un calcio, ha svuotato il proprio contenuto su Antonio Castaldo. I due sarebbero poi arrivati al contatto fisico: chi ha assistito alla scena parla di spintoni e schiaffi, la rissa è stata poi sedata solo grazie all’intervento di alcuni presenti che si sono frapposti tra i due, separandoli.

Motivo del contendere sarebbe la tanto discussa Multiservizi. Pare, infatti, che alcuni dipendenti della ditta abbiano lamentato l’eccessiva ingerenza di esponenti dell’amministrazione, riferendo la cosa al diretto responsabile, a capo dell’ufficio tecnico e dunque referente per le aziende partecipate, che sarebbe andato a chiederne conto. Da qui il momento di tensione e la rissa sfiorata.

Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni nella baruffa sono stati colpiti anche altri attrezzi per le pulizie e diversi oggetti come le tazzine da caffè di un vicino bar. La vicenda è stata anche denunciata ai carabinieri da uno dei due contendenti.

La Multiservizi è stata al centro di numerose polemiche legate alla accesa campagna elettorale nelle ultime settimane, con il voto del 10 giugno che si avvicina il clima è sempre più caldo a Qualiano.

Successivamente alla pubblicazione di questo articolo abbiamo ricevuto e pubblicato la smentita degli stessi Castaldo e Russo, che riportiamo come da richiesta ribadendo nel contempo l’attendibilità delle nostre fonti.

Qualiano, auto danneggiate e vetri distrutti all’evento di Schiano e De Leonardis

Qualiano, il candidato sindaco del 5 stelle denuncia De Luca per l’affare cimitero

Qualiano, chiedevano il pizzo per conto del clan De Rosa: 416bis per i tre estorsori