Valentina, morta a 28 anni in un incidente: una perizia chiarire lo scontro

Valentina, morta a 28 anni in un incidente: una perizia chiarire lo scontro

La giovane era in auto con la famiglia per andare alla comunione del nipote, poi il tragico impatto


VALENTINA

MESTRE – Sarà una perizia a stabilire la dinamica dell’incidente mortale in cui lo scorso 12 maggio ha perso la vita Valentina D’Oria, 28enne, di Frattaminore.
La ragazza era in auto con i genitori e la sorella – che era alla guida – mentre si stava recando a Gorizia dal fratello per festeggiare la comunione di un nipote. Appena superato il casello di Spinea e il sottopasso “Miranese”, all’altezza del chilometro 382, però, la loro auto è stata tamponata con violenza da una Nissan Qashqai condotta da Y. P. D., una trentunenne di nazionalità dominicana residente a Malo, nel Vicentino, che procedeva nella stessa direzione di marcia: l’impatto è stato molto violento e non ha lasciato scampo alla giovane Valentina.

Anche i genitori hanno riportato gravi lesioni:  la mamma  è tuttora tenuta in coma farmacologico nel reparto di terapia intensiva con innumerevoli fratture; anche il papà è ricoverato. Il Sostituto Procuratore, che non ha ritenuto necessaria l’autopsia sulla salma, ha disposto la perizia cinematica per fugare ogni dubbio sulla dinamica dell’incidente. Incidente a Mestre: perizia per la morte di Valentina D’Oria. 

Il conferimento dell’incarico per l’accertamento tecnico è stato fissato oggi 23 maggio 2018 nella cittadella della giustizia di Venezia.

LEGGI ANCHE: 

Violento scontro tra due auto: Valentina perde la vita a 28 anni