Contromano sulla tangenziale di Napoli uccide due persone: pena dimezzata per il Dj

Contromano sulla tangenziale di Napoli uccide due persone: pena dimezzata per il Dj

La Corte d’appello condanna Mormile a dieci anni e due mesi


napoli

NAPOLI – La corte di Appello dimezza la pena per Nello Mormile: il dj di 29 anni che il 25 luglio 2015, dopo aver percorso cinque chilometri contromano in tangenziale all’altezza di Agnano, uccide la fidanzata Livia Barbato e Aniello Miranda, un 48 enne che stava andando a lavorare. Da omicidio volontario in primo grado diventa omicidio colposo aggravato: dieci anni e due mesi di carcere.  In primo grado era stato condannato a 20 anni. Difeso dai penalisti Stefano Montone e Gaetano Porto, Mormile ha sempre sostenuto in aula di non ricordare cosa fosse accaduto in quella notte di estate di tre anni fa, perchè aveva bevuto molto.