Giovane tenta di lanciarsi giù dal sesto piano: salvato dagli agenti

Giovane tenta di lanciarsi giù dal sesto piano: salvato dagli agenti

Messo in sicurezza, gli agenti notavano lo stato d’ebbrezza e, dopo l’intervento del 118, si stabiliva il ricovero al Loreto Mare


NAPOLI – Tragedia evitata a Napoli dalle forze dell’ordine. Un 37enne ha tentato ieri sera il suicidio dal sesto piano di una palazzina in viale delle Metamorfosi, a Ponticelli. L’uomo penzolava, e si reggeva con le mani al davanzale mentre il corpo era sospeso nel vuoto. Sul posto- come riporta napolitoday.it- arrivavano, alle 20:30 circa, i poliziotti del reparto prevenzione crimini, che notavano il giovane seminudo e intenzionato al suicidio. Una delicata opera di convincimento non portava, in un primo momento, alcun miglioramento: anzi, il giovane infastidito staccava una mano e restava in bilico sorreggendosi con una sola mano. I poliziotti chiamavano i Vigili del Fuoco ma il tempo correva e il 37enne sembrava sempre più stanco. Così, individuata la cognata in una palazzina nei dintorni (il giovane era solo in casa), i poliziotti riuscivano a entrare in possesso di un secondo mazzo di chiavi ed entravano in casa in assoluto silenzio.

Ciononostante, il 37enne notava uno degli ispettori, e staccava l’altra mano. Un rapido balzo del poliziotto, aiutato poi dai colleghi, consentiva di trarre in salvo il giovane. Messo in sicurezza, gli agenti notavano lo stato d’ebbrezza e, dopo l’intervento del 118, si stabiliva il ricovero al Loreto Mare.