Giugliano-Marano-Villaricca, vantaggi fiscali per inquilini e proprietari

Giugliano-Marano-Villaricca, vantaggi fiscali per inquilini e proprietari

Per gli altri Comuni della Città Metropolitana (ex Provincia) di Napoli il deposito dei nuovi Accordi Territoriali avverrà nei prossimi giorni


MARANO/GIUGLIANO/VILLARICCA – Sono stati depositati presso i suddetti Comuni i rispettivi ACCORDI TERRITORIALI ai sensi della Legge 09/12/1998 n°431 e del D.M. 16/01/2017 che ha recepito la nuova convenzione nazionale per la stipula dei CONTRATTI DI FITTO AGEVOLATI.
Per gli altri Comuni della Città Metropolitana (ex Provincia) di Napoli il deposito dei nuovi Accordi Territoriali avverrà nei prossimi giorni.

Quindi, per quanto riguarda l’Area a Nord di Napoli sono stati depositati e perciò già applicabili:
l’Accordo Territoriale per la Città di MARANO DI NAPOLI (depositato il 21/06/2018 Prot. n°0020537)
l’Accordo Territoriale per la Città di GIUGLIANO IN CAMPANIA (depositato il 27/06/2018 Prot. n°0060364)
l’Accordo Territoriale per la Città di VILLARICCA (depositato il 27/06/2018 Prot. n°00010795).

Gli Accordi, firmati dalle seguenti Associazioni Sindacali di categoria: APE-Confedilizia, APPC, ASPPI, CONFABITARE, CONFAPPI, FEDERPROPRIETÀ, UPPI – per la proprietà edilizia – e SUNIA, SICET, UNIAT, UNIONE INQUILINI, ASSOCASA – per gli inquilini – forniscono nuove opportunità agli inquilini e ai proprietari di casa per la stipula di contratti vantaggiosi che, da un lato offrono la possibilità agli affittuari degli appartamenti di godere di un canone agevolato più basso rispetto a quello di mercato, e dall’altro offrono ai proprietari la possibilità di usufruire delle agevolazioni fiscali con aliquota al 10% dell’IRPEF (c.d. cedolare secca), nonché dell’esenzione dal pagamento degli oneri per la registrazione del contratto, di cui, ovviamente beneficia anche il conduttore. In più, i proprietari che stipulano i contratti ai sensi dell’accordo depositato possono beneficiare delle aliquote IMU e TASI agevolate.

In sintesi, i VANTAGGI FISCALI del contratto a canone concordato per i locatori sono:
– riduzione IRPEF del 30%, del reddito imponibile derivante dalla proprietà affittata. Il corrispettivo annuo per determinare la base imponibile per l’applicazione dell’imposta proporzionale di registro è quindi del 70%. (Art. 8, Legge 9 dicembre 1998, n. 431);
– in caso di opzione per la cedolare secca, l’aliquota calcolata sul canone pattuito dalle parti è ridotta al 10% (normalmente è il 21%). Questa opzione sostituisce le imposte di registro e di bollo sul contratto di locazione, e le imposte di registro e di bollo sulla risoluzione e sulle proroghe del contratto di locazione;
– nel caso di contratto concordato a titolo di abitazione principale ad un inquilino che prenderà la residenza anagrafica, l’imposta per IMU e TASI è calcolata applicando una riduzione al 75% all’aliquota stabilita dal comune;

i VANTAGGI FISCALI del contratto a canone concordato per gli inquilini, in caso di contratto per abitazione principale, riguardano la detrazione IRPEF secondo il seguente schema:
495,80 Euro, se il reddito complessivo non supera i 15.493,71 Euro
247,80 Euro, se il reddito complessivo è tra i 15.493,71 Euro e 30.987,41 Euro
L’importo si determina rapportando la detrazione al numero dei giorni dell’anno durante i quali l’abitazione in affitto è destinata ad abitazione principale. Questo tipo di detrazione non è cumulabile con la detrazione che spetta a chi si trasferisce per lavoro, o per giovani tra 20 e 30 anni. Il conduttore è libero di scegliere la detrazione a lui più favorevole.

Ai fini del calcolo del canone il territorio comunale è diviso in aree individuabili attraverso gli elementi catastali dell’immobile, con l’individuazione del minimo e del massimo del canone previsto per le varie aree, con possibilità di deroga entro percentuali stabilite in diminuzione o in aumento. Il calcolo del canone viene ricavato compilando una scheda con la previsione di vari parametri in riferimento agli elementi caratteristici dell’unità immobiliare, la dimensione dell’unità immobiliare e il calcolo della superficie.
Nel rispetto della convenzione nazionale, è stata prevista anche la necessaria modulistica per l’Attestazione di Rispondenza del calcolo del canone all’accordo territoriale, nonché la Commissione di Conciliazione per le controversie che dovessero insorgere sulla corretta applicazione dell’accordo territoriale.

La sede di CONFABITARE VILLARICCA | AREA NORD DI NAPOLI ubicata in Via Enrico de Nicola n°10 a Villaricca (NA) è abilitata al rilascio della Attestazione di Rispondenza ai sensi del D.M. 16/01/2017 da allegare al contratto di fitto, obbligatoria per usufruire delle agevolazioni fiscali (Agenzia delle Entrate Risoluzione del 20 aprile 2018 n. 31).