Immigrato scippa un telefono e sferra pugni alla polizia: 8 mesi di carcere

Immigrato scippa un telefono e sferra pugni alla polizia: 8 mesi di carcere

Tratto in arresto per il reato del reato di rapina e lesioni a pubblico ufficiale


telefono

NAPOLI – Nel corso dei servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in ambito ferroviario,  Bouhouicha Khaled, algerino di anni quaranta, monitorato a distanza da una pattuglia della Polizia  Ferroviaria, sfila un telefono cellulare Apple Iphone 6 dalla tasca dei pantaloni di una donna.

Inseguito e bloccato immediatamente dai poliziotti, reagisce con violenza nei confronti di uno degli agenti sferrandogli un pugno al torace. Tratto in arresto per il reato del reato di rapina e lesioni a pubblico ufficiale e deferito inoltre all’A.g.  per il reato di immigrazione clandestina, è stato condotto presso le camere di sicurezza della locale Questura. Nella mattinata odierna è stato condannato ad 8 mesi di reclusione nel corso del rito direttissimo.

COMUNICATO STAMPA

FOTO DI REPERTORIO

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage