Incontri a luci rosse in una casa vacanza: denunce e sequestri della Municipale

Incontri a luci rosse in una casa vacanza: denunce e sequestri della Municipale

Il gestore, che era in continuo contatto con intermediari di diverse  donne dedite alla prostituzione, è stato denunciato per favoreggiamento della prostituzione e il suo telefono sottoposto a sequestro


NAPOLI – Gli agenti della polizia municipale dell’unità operativa Chiaia hanno sequestrato una casa vacanza in via Chiaia dove all’interno si  svolgeva attività di prostituzione. I vigili hanno incrociato gli annunci sul web di strutture ricettive con quelli di siti che promuovono incontri sessuali e nel corso dei mesi è emerso che   l’appartamento sequestrato era proprio quello dove donne che  pubblicizzavano prestazioni sessuali davano appuntamento per gli  incontri con i clienti.

Entrati nell’appartamento hanno sequestrato un grosso quantitativo di  profilattici, numerosi arnesi, i telefonini delle due occupanti l’appartamento e convocato il gestore della struttura, tale G.R. di  67 anni che, secondo l’accusa era consapevole dell’attività delle ragazze e percepiva 50 euro al giorno da ogni ragazza in cambio della disponibilità  dell’appartamento.

L’uomo che era in continuo contatto con intermediari di diverse  donne dedite alla prostituzione è stato denunciato per favoreggiamento della prostituzione e il suo telefono sottoposto a sequestro. Inoltre l’uomo è stato anche verbalizzato per  mancanza dei titoli autorizzativi sanitari ed amministrativi previsti  per la gestione della struttura ricettiva.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI
LEGGI ANCHE:

Casa del sesso a Varcaturo, quattro donne al lavoro: smantellata dai carabinieri