Lancia una padella incandescente verso la sorella colpendo il padre: arrestato

Lancia una padella incandescente verso la sorella colpendo il padre: arrestato

La Polizia accertava che la vittima, unitamente alla moglie, alla figlia ed al nipotino di pochi mesi, venivano continuamente aggrediti dal figlio, che al momento si era allontanato dall’abitazione


PORTICI – Gli agenti del Commissariato della Polizia di Stato Portici Ercolano hanno arresto G.D.P., 30enne napoletano, pregiudicato, già affidato in prova ai servizi sociali  per di reato di lesione aggravata, minacce e violenza privata. Poco dopo le 13.00 di ieri, i poliziotti sono intervenuti in Portici alla Via Poli, dove era stata segnalata una lite in famiglia. L’uomo aveva aggredito, lanciando una padella incandescente contro la sorella, che colpiva il padre ustionandolo al braccio.

La Polizia accertava che la vittima, unitamente alla moglie, alla figlia ed al nipotino di pochi mesi, venivano continuamente aggrediti dal figlio, che al momento si era allontanato dall’abitazione.

In tarda serata il 30enne, rientrato a casa, irato per la denuncia sporta nei suoi confronti dai suoi familiari, li aggrediva nuovamente. Pertanto i poliziotti si recavano nuovamente a casa del giovane, arrestandolo.

Successivamente è stato condotto alla Casa circondariale di Poggioreale.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI

LEGGI ANCHE:

Maltrattamenti in famiglia e violenze: arrestato 53enne di Sant’Antimo