Pacco bomba all’avvocato Delli Bovi: caccia aperta al postino sicario

Pacco bomba all’avvocato Delli Bovi: caccia aperta al postino sicario

Sono state ascoltate anche le testimonianze di molte persone, il colpevole era a conoscenza dell’assenza di telecamere ma pare che uno dei testimoni abbia inconsapevolmente ripreso l’arrivo di una donna anziana prima dell’esplosione


SALERNO – Caccia al postino o alla postina che nella mattinata di ieri ha fatto recapitare il pacco bomba a Giampiero Delli Bovi. L’esplosione avvenuto alle 8. 15 di ieri ha sconvolto l’intera popolazione ma sopratutto è costato l’uso di entrambe le mani alla vittima, ancora ricoverata presso l’ospedale Ruggi di Salerno.

I carabinieri guidati dal capitano Erich Fasolino stanno conducendo le indagini sotto il coordinamento della procura di Salerno, hanno preso visione di tutti i filmati delle telecamere di sorveglianza poste, nei pressi della abitazione dell’avvocato, in via Fratelli Rosselli.

Sono state ascoltate anche le testimonianze di molte persone, il colpevole era a conoscenza dell’assenza di telecamere ma pare che uno dei testimoni abbia inconsapevolmente ripreso l’arrivo di una donna anziana prima dell’esplosione.

Di certo il sicario aveva intenzione di uccidere Delli Bovi, ed è questo che sconcerta ancora di più familiari ed amici. Il giovane avvocato, infatti, era ben voluto da tutti; quella mattina sarebbe dovuto andare in tribunale e mentre era intento a spostare la macchina ha visto il pacco. Si è avvicinato al cancello,l’ha recuperato ed è rientrato in cortile; è stato allora che avvenuta l’esplosione.

Adesso la vittima è ancora ricoverata in ospedale, ieri sera ha ricevuto la visita del presidente della Regione Campania Vincenzo Del Luca, intanto i medici stanno lavorando per migliorare le sue condizioni mediche.

E’ però accertato dal primo bollettino medico che il 29enne perderà l’uso di entrambe le mani di cui non è restato nulla.

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

TORNA ALLA HOME