Traffico illegale di cani: multato e condannato commerciante di Aversa

Traffico illegale di cani: multato e condannato commerciante di Aversa

Il maxiprocesso aveva coinvolto ben 876 cuccioli di cane sequestrati nell’ambito di tre distinti controlli tra il febbraio e il maggio 2012, provenienti dall’Ungheria


TRIESTE/AVERSA – La Corte di Appello di Trieste ha confermato oggi la condanna a 5 mesi di reclusione e al pagamento di 3.500 euro di multa a carico di un commerciante campano poiché, in qualità di titolare di un’azienda di Aversa, aveva incaricato due persone, condannate in primo grado nell’ambito del medesimo processo a 6 e 4 mesi di reclusione, di provvedere al ritiro di 272 cani provenienti dall’Ungheria e diretti alla propria azienda.

I fatti- come riporta ilmattino.it- risalgono al febbraio 2012 quando il Nucleo di Polizia Tributaria di Trieste intercettò un automezzo a bordo del quale erano presenti 272 cuccioli. I giovanissimi animali, molti dei quali di età inferiore a quella consentita per il trasporto in Italia e/o sprovvisti della necessaria vaccinazione antirabbica, viaggiavano in condizioni di sovraffollamento, in gabbie sottodimensionate (in particolare un alano e bulldog), su un mezzo con ventilazione insufficiente, con sistemi di abbeveraggio non funzionanti.

In primo grado furono condannate sette persone, tra commercianti e trasportatori, per i reati di traffico illecito di animali da compagnia, detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura, uccisione di animali e falso. Il maxiprocesso aveva coinvolto ben 876 cuccioli di cane sequestrati nell’ambito di tre distinti controlli tra il febbraio e il maggio 2012, provenienti dall’Ungheria. Solo uno dei condannati aveva presentato l’appello poi rigettato oggi dalla Corte di appello di Trieste.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI