Villaricca, inaugurata in Via Napoli la 4° Casa dell’Acqua

Villaricca, inaugurata in Via Napoli la 4° Casa dell’Acqua

Nonostante le difficoltà economiche delle casse comunali, l’impegno della nostra amministrazione resta massimo affinchè si possano aiutare i cittadini anche con  l’accesso a servizi essenziali come quello dell’acqua”, ha dichiarato il primo cittadino Punzo


villaricca

VILLARICCA –  Inaugurata questo pomeriggio “La Casa dell’Acqua” in Via Napoli. E’ la quarta struttura di  servizio di erogazione acqua presente sul territorio, la prima ad essere installata non all’interno delle ville comunali cittadine.

Le “casette” metteranno a disposizione erogazione di acqua microfiltrata sia naturale che frizzante che consentiranno ai cittadini di Villaricca e zone limitrofe un notevole risparmio economico. Importante la loro costruzione anche dal punto di vista ecologico, perchè in tal modo verrà ridotto il consumo di plastica. Ogni litro d’acqua sia naturale che frizzante costerà ai cittadini 5 centesimi.

Successivamente verrà installato anche un compattatore di bottiglie di plastica, che –  previo utilizzo della scheda che potrà essere ritirata in prossimità dei punti di erogazione dell’acqua – permetterà di ricaricare per ogni bottiglia 1 centesimo. La scheda verrà consegnata con una cauzione di 2 euro che consentirà di ricevere 10 bottiglie d’acqua.

Presenti alla cerimonia di inaugurazione il Sindaco di Villaricca Maria Rosaria Punzo, l’Assessore all’ambiente Susi Napolano, padre Giuseppe Tufo, parrocco della Chiesa di San Francesco, il Presidente del Consiglio comunale Giuliano Arabia ed altri membri della Giunta comunale.

“Nonostante le difficoltà economiche delle casse comunali, l’impegno della nostra amministrazione resta massimo affinchè si possano aiutare i cittadini anche con  l’accesso a servizi essenziali come quello dell’acqua”, ha dichiarato il primo cittadino Punzo.

“Era indispensabile installare questo servizio in una zona particolarmente popolosa come quella di Via Napoli”, ha affermato l’Assessore Napolano.