Alteravano i dati sui rifiuti da smaltire: sequestrate due società

Alteravano i dati sui rifiuti da smaltire: sequestrate due società

Si contestava l’alterazione dei dati delle quantità di rifiuti dei comuni casertani


CASERTA – Nel corso della mattina odierna i carabinieri del Comando Provinciale di Caserta, Nucleo Investigativo e Compagnia di Maddaloni, all’esito di prolungata attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo emesso dall’ufficio GIP nei confronti delle società Impresud srl e Ecologia lavazzi srl.

Si tratta di un ‘addendo’ al precedente decreto di sequestro preventivo emesso il 14 marzo 2018 (e confermato di recente dal Tribunale del Riesame) nei confronti dell’amministratore unico delle medesime società per i reati di truffa aggravata ai danni dello Stato.
Nella specie si contestava l’alterazione dei dati inerenti i quantitativi dei rifiuti – contrassegnati dal CER 2001008 (umido/organico) – conferiti dai Comuni di Caserta, San Nicola La Strada e Maddaloni.

Il decreto riguarda somme di denaro pari alla differenza tra l’importo di 1.876.424,00 euro e quanto già sottoposto a sequestro preventivo nei confronti della società in liquidazione “Impresud s.r.l, nonché di una somma pari alla differenza tra l’importo di 303.227,00 euro e quanto già sottoposto a sequestro in precedenza nei confronti della società “Ecologia lavazzi s.r.l”.

COMUNICATO STAMPA

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK