Con arma finta non si fermano all’Alt: nei guai due minorenni

Con arma finta non si fermano all’Alt: nei guai due minorenni

I due minori alla vista degli agenti si sono dati alla fuga


NAPOLI – Ieri pomeriggio gli agenti della  Polizia di Stato della sezione Falchi della questura partenopea, hanno denunciato in stato di libertà due ragazzi minorenni per resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi. I poliziotti, durante l’attività di controllo del territorio, transitando per via Forcella, hanno notato giungere da vico Scassacocchi, due ragazzini a bordo di un ciclomotore, i quali alla vista della polizia hanno aumentato la velocità.

Gli agenti hanno intimato l’alt con l’apposita segnaletica in dotazione ,ma i 2 minorenni, dopo aver inizialmente accennato a fermarsi, hanno accelerato dileguandosi in via Vecchia Vicaria. E’ nato un inseguimento e durante la fuga  gli agenti hanno notato il passeggero del ciclomotore nascondeva qualcosa sotto la maglietta , perché non allontanava mai il braccio sinistro dalla pancia, e incitava l’amico conducente ad aumentare la velocità.

I poliziotti sono riusciti a bloccare i 2 ragazzini in via S. Agostino alla Zecca e nel frattempo il passeggero ha tentato di disfarsi di una pistola che impugnava con la mano sinistra ,lanciandola sotto alcuni cassonetti dei rifiuti , ma è stata prontamente recuperata dai poliziotti. L’arma rinvenuta è una pistola marca Bruni modello New Police cal. 8mm completa di caricatore al cui interno erano inserite 2 cartucce a salve.

L’arma aveva un tappo rosso completamente annerito da vernice nera e coperto da nastro adesivo di colore nero, modificato sul foro della canna. L’arma è stata sequestrata mentre i due minori sono stati affidati ai genitori.