Dramma al pastificio Ferrara: operaio muore sul colpo schiacciato da un macchinario

Dramma al pastificio Ferrara: operaio muore sul colpo schiacciato da un macchinario

Sul caso è stata aperta un’inchiesta, predisposto il sequestrato dell macchinario e disposto l’esame autoptico del cadavere, portato all’obitorio di Napoli


SAN FELICE A CANCELLO – Dramma al pastificio Ferrara un dipendente, Aniello Bruno, 32enne della zona, è deceduto sul colpo dopo essere stato schiacciato da un macchinario. I familiari affranti, insieme alla sua fidanzata, sono giunti sul posto appena appresa la notizia.Il fatto è accaduto intono alle 17.30 della giornata di ieri, Aniello è intervenuto per mettere in sesto la macchina per l’imballaggio delle pasta quando purtroppo qualcosa è andato storto.

Il 32enne era un operaio esperto, nonostante la giovane età, si era accorto che i pacchi di pasta non erano allineati durante la fase d’imballaggio così è entrato nella nel gabbiotto dove si trovava il macchinario per rimetterli al loro posto.

Di regola quando questa gabbia viene aperta dovrebbe scattare l’allarme di sicurezza che blocca la produzione, ma appena Aniello è entrato la macchina è scesa schiacciandolo mortalmente. Per lui non c’è stato niente da fare, come riporta Edizione Caserta, quando i suoi colleghi hanno tentato di distenderlo in attesa dei soccorsi il ragazzo era ormai già morto in un lago di sangue.

Sul posto è arrivata la polizia di Nola, un’ambulanza ed il magistrato che ha ascoltando i dipendenti del reparto in cui è avvenuta la tragedia. Sul caso è stata aperta un’inchiesta, predisposto il sequestrato dell macchinario e disposto l’esame autoptico del cadavere, portato all’obitorio di Napoli.

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

TORNA ALLA HOME