Lite tra fratelli per l’eredità: uno ferito con armi da taglio, l’altro denunciato

Lite tra fratelli per l’eredità: uno ferito con armi da taglio, l’altro denunciato

Dalle parole alle mani il passo è stato breve. Sono volate prima parole grosse, poi è scappato qualche ceffone, fino a quando i due hanno iniziato ad azzuffarsi dandosele di santa ragione. Uno dei due è addirittura scappato, l’altro l’ha rincorso e quando l’ha raggiunto si è avventato su di lui


SCAFATI – Lite tra fratelli per questioni di eredità, a Scafati, in provincia di Salerno. Nel corso dello scontro è spuntata una lama ed è partito un fendente. Uno dei due litiganti è finito in ospedale con ferite da arma da taglio all’addome. Non è grave. Se la caverà con otto giorni di prognosi. Guai per l’accoltellatore, che è stato denunciato in stato di libertà per tentato omicidio. La notizia è di qualche giorno fa. Una banale lite tra fratelli, degenerata in pochissimi minuti. I due hanno proprietà vicine e sono in contrasto da tempo per questioni di eredità. Sembra che già in passato avessero avuto delle discussioni, anche accese, ma sempre risolte senza conseguenze.

L’altro giorno- come riporta ilmattino.it- i due si sono scontrati nuovamente, sempre per gli stessi motivi, alla presenza dei familiari di entrambi. Uno dei due fratelli si è recato a casa della madre, dove c’era l’altro. Dalle parole alle mani il passo è stato breve. Sono volate prima parole grosse, poi è scappato qualche ceffone, fino a quando i due hanno iniziato ad azzuffarsi dandosele di santa ragione. Uno dei due è addirittura scappato, l’altro l’ha rincorso e quando l’ha raggiunto si è avventato su di lui. Improvvisamente è spuntata una lama. Un grosso coltello da cucina, secondo la vittima. L’altro smentisce, sostenendo di aver raccolto da terra un pezzo di vetro e di averlo solo puntato contro il fratello, per impaurirlo. Nessuno dei due fratelli ha voluto denunciare l’altro. Per l’accoltellatore, però, è scattata comunque la denuncia per tentato omicidio