Omicidio Ruggiero, in aula Guarente e De Turris. A settembre l’udienza pubblica

Omicidio Ruggiero, in aula Guarente e De Turris. A settembre l’udienza pubblica

In aula erano presenti i due imputati, Francesco De Turris e Ciro Guarente


settembre

AVERSA – Si è svolta questa mattina l’udienza preliminare del processo che vede imputati Ciro Guarente e Francesco De Turris per l’omicidio di Vincenzo Ruggiero. Le indagini sono durate circa 12 mesi, molti dei quali trascorsi per ricostruire il brutale omicidio e a cercare i resti del giovane commesso, fatto a pezzi in un garage di Ponticelli e poi messo nel cemento.

Ad una settimana dal’ultimo saluto, tenutosi lunedì scorso presso la Chiesa di Montesanto a Napoli, è iniziato il processo.

All’udienza preliminare di questa mattina erano presenti i due imputati, Guarente e De Turris. Guarente è imputato per omicidio premeditato e vilipendio di cadavere, mentre il complice Francesco De Turris di concorso nel reato di omicidio. Il magistrato in queste ore interrogherà l’ex dipendente civile della marina militare.

Testa bassa e sguardo calato, così Ciro Guarente è passato di fianco ai familiari di Vincenzo tra le aule del Tribunale di Napoli Nord. La fase dibattimentale inizierà il prossimo 26 settembre alle ore 12.00 e sarà a porte aperte. 

“Spero che l’assassino di mio fratello dica tutto una volta e per sempre. Le verità nascoste sulla sua morte devono venire alla luce, così come devono essere scoperti tutti coloro che sono coinvolti nell’omicidio di Vincenzo, solo così mio fratello potrà avere veramente giustizia”, ha spiegato la sorella Federica.