Tentato omicidio a Niccolò Bettarini: quattro fermi a Milano

Tentato omicidio a Niccolò Bettarini: quattro fermi a Milano

Gli uomini, di origine italiana e albanese, si sarebbero accaniti sul giovane violentemente e sono accusati di tentato omicidio


MILANO – Quattro persone sono state fermate con l’accusa di tentato omicidio nei confronti di Niccolò Bettarini, 19 anni, figlio della famosa conduttrice tv Simona Ventura e dell’ex calciatore Stefano Bettarini. Il giovane era stato aggredito domenica mattina intorno alle 5 all’uscita dell’Old Fashion, nota discoteca di Milano, e ferito con undici coltellate. Seppur inizialmente le sue condizioni fossero state dichiarate come molto gravi, fortunatamente il ragazzo non è in pericolo di vita ma la prognosi resta riservata. Ha riportato lesioni superficiali con arma da taglio su addome, tronco e un arto superiore e nei prossimi giorni verrà operato per la lesione riportata a un nervo dell’arto superiore.

Gli uomini arrestati sono due italiani di 24 e 29 anni e due albanesi di 23 e 29 anni e hanno tutti precedenti penali. Uno dei quattro, appartenente alla curva dell’Inter, respinge le accuse di aver aggredito Bettarini. Già da ieri si ipotizzava che si sarebbe arrivati presto a scoprire l’identità dei colpevoli; un amico di Niccolò infatti aveva dichiarato di aver riconosciuto tre degli aggressori, probabilmente sui 30-40 anni, uno dei quali con gli occhi azzurri che sembravano apparentemente drogati. Secondo la sua testimonianza riportata agli agenti della Squadra Mobile e della Volante in questura a Milano, gli uomini si erano accaniti sul ragazzo e sembravano degli animali.