Uccise l’amico Vincenzo perchè si era invaghito della madre, ergastolo per il figlio del boss

Uccise l’amico Vincenzo perchè si era invaghito della madre, ergastolo per il figlio del boss

Era 5 febbraio nel 2016 quando Vincenzo Amendola fu attirato in una trappola e ucciso dai due killer che poi abbandonarono il suo corpo in una fossa


uccise

NAPOLI – E’ stato condannato all’ergastolo Gaetano Formicola, figlio del boss del quartiere San Giovanni a Teduccio, e il suo complice Giovanni Tabasco per il brutale omicidio del 18enne Vincenzo Amendola.

Era 5 febbraio nel 2016 quando Vincenzo fu attirato in una trappola e ucciso dai due killer che poi abbandonarono il suo corpo in una fossa, dove fu ritrovato solo dopo qualche settimana.  Per occultamento di cadavere, Raffaele Morra, un altro complice del rampollo del boss, è stato condannato a cinque anni e otto mesi di reclusione. Accolte le richieste del pm antimafia Antonella Fratello. L’omicidio venne deciso dal Gaetano per punire Vincenzo, che, secondo alcune voci, si era invaghito della madre: un’offesa da lavare con il sangue.