Giugliano-Qualiano, sversamenti illegali: 8 denunce per diverse motivazioni

Giugliano-Qualiano, sversamenti illegali: 8 denunce per diverse motivazioni

L’operazione dei Carabinieri. I deferiti sono di Qualiano, Quarto, Sant’Antimo, Afragola, Napoli e Melito


CARABINIERICARABINIERI

GIUGLIANO/QUALIANO – Nel corso della  mattinata, i Carabinieri di Giugliano e Qualiano, a seguito di un mirato servizio finalizzato al contrasto dei reati ambientali, hanno deferito in stato di libertà i seguenti soggetti resisi responsabili di trasporto illegale di rifiuti nelle due città a nord di Napoli (in zona Varcaturo, per quanto riguarda Giugliano) con le seguenti motivazioni:

1. R.C. 60 anni, di Afragola, poiché sorpreso a bordo del proprio ape piaggio, mentre trasportava illegalmente rifiuti speciali e non tra cui materale ferroso, di plastica e di vario genere (reti per materassi, sedie ed un pneumatico), quantificati in complessivi 2 (due) mc;

2. C. G., 43enne di Sant’Antimo, poiché sorpreso a bordo del proprio autocarro Iveco, mentre trasportava illegalmente rifiuti speciali e non tra cui materiale di risulta edile, quantificati in complessivi 2 (due) mc;

3. V.R. 56enne, di Qualiano;

4. C.G. 52enne, di Qualiano;

5. c.f. 31enne, di Qualiano,

poiché sorpresi a bordo dell’autocarro Iveco, mentre trasportavano illegalmente rifiuti speciali e non tra cui numerosi mobili usati, quantificati in complessivi 5 (cinque) mc;

6. M. F., 65 enne di Melito di Napoli, poiché sorpreso a bordo del proprio Ape Piaggio, mentre trasportava illegalmente rifiuti speciali e non consistiti in materiale ferroso, quantificati in complessivi 2 (due) mc;

7. a.v. 41enne, di Quarto;

8. c.v. 64enne, di Napoli,

poiché sorpresi a bordo dell’autocarro Iveco, mentre trasportavano illegalmente rifiuti speciali e non tra cui numerosi mobili usati, quantificati in complessivi 4 (quattro) mc.

I citati veicoli venivano fermati in prossimità di zone ove già erano presenti discariche a cielo aperto, dove i  conducenti si erano  recati verosimilmente per sversarli illecitamente.I  mezzi, unitamente ai rifiuti rinvenuti, venivano sottoposti a sequestro preventivo.