Troppi bagagli sul bus per Roma: scatta la rissa, interviene la polizia

Troppi bagagli sul bus per Roma: scatta la rissa, interviene la polizia

Nel corso dell’intervento gli operatori hanno effettuato delle perquisizioni perché uno dei contendenti, secondo le segnalazioni, era armato ed hanno effettivamente rinvenuto e sequestrato un coltello a serramanico


NAPOLI – La mattina di Ferragosto, una discussione legata all’eccessivo ingombro di alcuni bagagli ha messo a rischio la partenza di un bus per Roma.

Quando l’autista del mezzo, che staziona nel terminal  di Napoli Centrale, ha avvisato alcuni passeggeri stranieri che, a causa delle dimensioni delle loro valigie, non avrebbero potuto intraprendere il viaggio, a meno di non pagare una differenza di prezzo, la comitiva lo ha minacciato che se non li avesse ammessi a bordo non avrebbero consentito la partenza dell’autobus.

Temendo che la vicenda  potesse far  ritardare la partenza, altri viaggiatori sono intervenuti nella discussione e gli animi si sono surriscaldati, tanto che altri utenti presenti a bordo, preoccupati per i toni che la disputa stava assumendo, hanno segnalato ciò che stava accadendo al  numero di emergenza.

Immediatamente sono intervenute le pattuglie della Polizia Ferroviaria, che hanno individuato e denunciato per rissa i sei facinorosi,  quattro colombiani, un italiano ed un rumeno.

Nel corso dell’intervento gli operatori hanno effettuato delle perquisizioni perché uno dei contendenti, secondo le segnalazioni, era armato ed hanno effettivamente rinvenuto e sequestrato un coltello a serramanico e denunciato per porto di armi un giovane che aveva anche preso parte alla rissa nonché la ragazza che si accompagnava con lui.

 

Nel corso dei servizi straordinari disposti per la ricorrenza del Ferragosto, sono  stati inoltre denunciati: Q. H., quarantaquattrenne marocchino,  sorpreso a danneggiare un distributore automatico di vivande presente lungo il  binario 20  della Stazione e risultato poi irregolare sul territorio nazionale;  nonché E.N., ventottenne napoletano, che dopo aver causato un incidente, scontrandosi, alla guida della sua autovettura, con la sbarra di accesso di un parcheggio, danneggiandola, si è rifiutato di sottoporsi all’alcool test, nonostante manifestasse chiari sintomi da abuso di sostanze alcoliche. L’uomo è stato sanzionato ai sensi del Codice della Strada e gli è stata sequestrata l’autovettura.

 

Questi  i  risultati operativi  dei controlli nella Stazione di Napoli Centrale:

  • Nr. 1739 persone identificate
  • Nr. 634 bagagli a seguito di viaggiatori controllati
  • Nr. 1 persona arrestata (Resistenza e Lesioni a Pubblico Ufficiale)
  • Nr. 11 persone denunciate in s.l. all’A.G.
  • Nr. 4 fotosegnalamenti
  • Nr. 1 sequestri penali e nr. 10 sequestri amministrativi
  • Nr. 21 sanzioni amministrativi