Gennaro muore dopo 4 mesi: “Assassinato 2 volte da un giovane criminale”

Gennaro muore dopo 4 mesi: “Assassinato 2 volte da un giovane criminale”

Il 18enne, esperto di arti marziali, lo ha colpito con una ginocchiata alla testa


assassinato

NAPOLI –Morto due volte, assassinato due volte dalla mano del giovane criminale che ti aggredì e dallo stato che non ti ha protetto“. Questo il duro commento del Presidente Emerito dell’ Associazione nazionale guardie particolari giurate Giuseppe Alviti in merito alla tragica notizia della scomparsa di Gennaro Schiano, il vigilantes pestato a sangue alla stazione “La Trencia” di Pianura dopo un diverbio con un giovane di 18 anni.

Il 64enne originario di Quarto Flegreo, è deceduto sabato scorso ma la notizia della sua morte è trapelata solo questa mattina in quanto è stata tenuta sotto la massima riservatezza. Il vigilante no guardia giurata ma operatore non armato quindi dei servizi fiduciari venne aggredito da un giovane di 18 anni di Pianura lo scorso 8 maggio. Il giovane lo colpì con una ginocchiata alla testa e l’uomo perse i sensi e sbattette rovinosamente il capo su un marciapiede.

LA LITE

Tra il vigilantes ed il giovane diciottenne c’è stata una lite per futili motivi a bordo del treno. Il diverbio, proseguito fino alla stazione d’arrivo dei due, è terminato nel sangue quando il giovane ha aggredito fisicamente l’uomo. Il 18enne, esperto di arti marziali, nello specifico di  kick boxing, lo ha colpito con una ginocchiata alla testa facendolo cadere a terra. Nella caduta, il 64enne ha battuto la nuca contro il marciapiede.

LA CORSA IN OSPEDALE

Nonostante il sangue copioso sul viso, l’uomo non sembrava in gravi condizioni e i medici dell’ospedale San Paolo, dopo averlo medicato, lo dimettevano con una prognosi di sette giorni. A casa l’uomo iniziò ad avvertire forti dolori alla testa. I parenti lo portarono immediatamente all’ospedale Cardarelli, dove l’uomo fu sottoposto ad un intervento chirurgico d’urgenza per ridurre una forte emorragia celebrale. Dopo quattro mesi di agonia però, per il 64enne di Quarto non c’è stato nulla da fare. Gennaro è morto sabato scorso lasciando tutti nel dolore e nell’incredulità.

Il giovane Giorgio Landolfi di 18 anni ora è ai domiciliari e per lui potrebbe scattare l’accusa di omicidio preterintezionale.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage