Omicidio Vincenzo Ruggiero, la sentenza: “Ergastolo per Ciro”

Omicidio Vincenzo Ruggiero, la sentenza: “Ergastolo per Ciro”

Si attende ora la decisione del giudice, riunito in camera di consiglio


omicidio vincenzo

AVERSA – Vincenzo ucciso e fatto a pezzi, il giudice condanna Ciro Guarente all’ergastolo. Accolta la richiesta del pm Vittoria Petronella che, al termine della requisitoria del processo, aveva chiesto l’ergastolo per Ciro Guarente, l’ex marinaio che ha ucciso e fatto a pezzi per gelosia Vincenzo Ruggiero nel luglio del 2017.

All’inizio del rito abbreviato, tenutosi questa mattina nel tribunale di Napoli Nord, Ciro Guarente ha letto una lettera in cui chiedeva scusa ai familiari di Vincenzo per il dolore causatogli. L’avvocato difensore dell’assassino ha chiesto invece 16 anni di carcere.  Il giudice Finamore in queste ore è in camera di consiglio.

I resti di Vincenzo Ruggiero furono trovati in un garage di Ponticelli.  Alcune parti del suo corpo, come parte del cranio, non sono mai stati ritrovati. Guarente, secondo la ricostruzione degli inquirenti, fece a pezzi il cadavere e lo immerse in un impasto di cemento, poi condensato e trasformato in una sorta di muretto interno del box auto di Ponticelli.