Rapina sotto la minaccia di un coltello e porto abusivo d’armi: due arresti

Rapina sotto la minaccia di un coltello e porto abusivo d’armi: due arresti

Le operazioni della Polizia a Bagnoli e Vicarica: in manette un 41enne ed un 31enne


di coltello armato portici arrestato polizia germania rapina

NAPOLI – Questa mattina gli agenti del Commissariato di Bagnoli a seguito di un’attività di indagine iniziata a fine maggio hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di M. E., 41ennne, napoletano, per il reato di rapina. I fatti risalgono a fine maggio, quando una coppia di coniugi a bordo della propria autovettura, furono rapinati sotto la minaccia di un coltello da M.E. della borsa e della catenina d’oro nel piazzale antistante la facoltà di ingegneria , in via Nuova Agnano.

Il rapinatore cercò di prelevare anche, un paio di occhiali e un cellulare all’interno della vettura, ma ne nacque una colluttazione con il proprietario che riuscì ad allontanare il 41enne.

Le fasi della rapina proseguirono fino al portone d’ingresso dell’Università , dove M.E., dopo aver sferrato un pugno sulla vetrata dell’androne, riuscì a fuggire. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il 41enne è stato accompagnato
presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

UN ARRESTO ANCHE A VICARIA

Ieri sera gli agenti della Polizia di stato del Commissariato Vicaria mercato hanno arrestato Emanuele Di Clemente,31enne napoletano, per il reato di porto abusivo di arma clandestina e denunciato due persone, un 19enne e un 21enne, per favoreggiamento personale e resistenza a P.U.

I poliziotti, durante l’attività di controllo del territorio, hanno notato , dietro un’autovettura parcheggiata in via Savarese, 3 persone confabulare tra loro.

Alla vista della Polizia uno dei due è riuscito a scappare a bordo di uno scooter, mentre gli agenti hanno inseguito gli altri due. Durante l’inseguimento i poliziotti hanno fermato il 19enne il quale ha opposto resistenza cercando anche di impedire agli agenti di fermare il suo complice. I poliziotti sono riusciti a bloccare anche il 31enne e a seguito del controllo hanno rinvenuto indosso a Di Clemente una pistola marca Beretta 82b., con matricola abrasa, e una cartuccia camerata, completa di caricatore contenente 7 colpi.

L’arma è stata sequestrata , Di Clemente arrestato e condotto presso la casa circondariale di Poggioreale mentre il 19enne è stato denunciato per favoreggiamento e resistenza a Pubblico Ufficiale. Gli agenti sono riusciti a identificare la terza persona, un 21enne di lacco Ameno, anch’egli denunciato per favoreggiamento e resistenza a Pubblico ufficiale.