Stesa di camorra nella notte: ferita una donna affacciata al balcone di casa sua

Stesa di camorra nella notte: ferita una donna affacciata al balcone di casa sua

Solo per un caso non si è trattato di una tragedia. Indagini degli inquirenti negli ambienti della malavita, anche per capire se la donna possa essere stata oggetto di vendette trasversali


NAPOLI – Stesa di camorra nella notte a Forcella, che per poco non si è trasformata in tragedia. Nello stesso luogo dove, nel 2004, fu uccisa per sbaglio la 14enne Annalisa Durante ieri una donna di 51 anni ha ricevuto un proiettile vagante mentre si trovava fuori al balcone di casa sua in via Vicaria Vecchia. Diversi i colpi di pistola sparati all’impazzata da calibro 9. Uno dei proiettili ha colpito una donna che in quel momento era affacciata al balcone di casa raggiungendola ad una gamba. Solo il caso ha evitato la tragedia. Questione di centimetri: se la traiettoria del colpo avesse centrato un organo vitale per la malcapitata non ci sarebbe stato scampo.

Soccorsa dal 118 la donna – Anna Celentano di 51 anni – è stata trasportata all’ospedale Loreto Mare. Fortunatamente i medici l’hanno dichiarata fuori pericolo. Sul posto- come riporta ilmattino.it- sono intervenuti i poliziotti del Commissariato Vasto Vicaria e le Volanti dell’ufficio prevenzione generale oltre agli esperti della Scientifica ed è scattata una caccia all’uomo alla ricerca degli autori di questo ennesimo raid armato in città. Al momento gli investigatori non escludono alcuna pista anche se sembrerebbe escluso che l’obiettivo della stesa fosse proprio la Celentano; in queste ore si scava comunque nel suo passato e si cerca di capire se la signora possa comunque essere stata presa di mira nell’ambito di una ipotetica vendetta trasversale. Quel che è certo è che quello di stanotte rappresenta solo l’ultimo e più grave episodio legato al fenomeno criminale delle stese. Il timore che presto o tardi uno di questi raid potesse sfociare nel sangue si è purtroppo trasformato in realtà.

Le indagini delle forze dell’ordine cercheranno di far luce sugli autori del gesto. Esponenti del clan Mazzarella, oppure una delle bande di giovanissimi che lottano per l’egemonia nel quartiere?