Tumori in aumento nell’area nord di Napoli, l’allarme lanciato dall’Asl

Tumori in aumento nell’area nord di Napoli, l’allarme lanciato dall’Asl

Dal 2010 al 2013 si sono registrati 18.067 nuovi casi di tumore maligno tra la popolazione


tumori

HINTERLAND – Tumori in aumento nell’area nord di Napoli, l’allarme lanciato dall’Asl. Da un rapporto dell’azienda sanitaria locale Napoli 2 Nord, corrispondente a tutta la provincia settentrionale, “l’incidenza delle patologie oncologiche è paragonabile a quelle delle aree più industrializzate del Paese, mentre risulta superiore a quella degli altri territori del Mezzogiorno in cui sono presenti dei Registri tumori accreditati».

Il Registro Tumori relativo agli anni 2010-2012 nelle scorse settimane è stato aggiornato con le informazioni relative all’anno 2013.

Dal 2010 al 2013 “si sono registrati 18.067 nuovi casi di tumore maligno tra la popolazione residente sul territorio dell’Asl (oltre 1 milione di abitanti) che hanno interessato per il 55% uomini e per il 45% le donne”. Antonio D’Amore, direttore generale della Asl Napoli 2 Nord, spiega al Mattino che «il rapporto 2010-2013 ci dice che siamo in presenza di una situazione che presenta un livello di rischio intermedio. Ciò significa che da un lato dobbiamo intensificare gli sforzi per far aderire di più la popolazione agli interventi di prevenzione oncologica (screening del tumore del colon retto, del tumore della cervice uterina, del tumore della mammella), dall’altro dobbiamo affinare ancora meglio la nostra ricerca.

L’aggiornamento 2013 dei dati del Registro Tumori dell’ASL Napoli 2 Nord è stato inviato all’Associazione italiana Registro Tumori e agli uffici regionali che coordinano l’attività dei diversi Registri.