Aversa, sorpresa al tribunale: giovane donna tenta di entrare con due vibratori

Aversa, sorpresa al tribunale: giovane donna tenta di entrare con due vibratori

La ragazza ha provato a spiegare che non erano armi e che non potevano fare del male a nessuno, ma gli agenti sono stati irremovibili


AVERSA – Cerca di entrare al tribunale di Napoli Nord, ad Aversa, con due vibratori. Sorpresa dunque, questa mattina per gli addetti alla sicurezza dell’edificio nel casertano. Gli agenti di Polizia penitenziaria che prestano servizio all’ingresso del Palazzo Aragonese,  sede del Palazzo di  Giustizia, nel perquisire una giovane, grazie all’ausilio del metal detector, hanno rinvenuto nella sua borsa della donna due vibratori. L’imbarazzo- come riporta juorno.it- è durato qualche istante. La donna ha provato a spiegare che non erano armi e che non potevano fare del male a nessuno, ma gli agenti sono stati irremovibili. Quei due oggetti non potevano entrare in tribunale perché potenzialmente potevano essere usati come armi offensive. Lei non si è persa d’animo. Li ha messi in una borsetta e ne ha chiesto la custodia all’ingresso in un armadietto.

La notizia della scoperta imbarazzante si è ben presto diffusa in tutto il tribunale. In tanti, tra avvocati, magistrati ed impiegati hanno provato inutilmente ad identificare la giovane. I due vibratori, comunque, sono stati custoditi nelle cassette di sicurezza del corpo di guardia  ed all’uscita sono stati restituiti alla giovane proprietaria.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI

LEGGI ANCHE:

Gomorra La Serie, la cantante Cinzia Oscar vuole denunciare la produzione