Compra all’asta la loro casa e li sfratta: padre e figlio lo picchiano e vengono arrestati

Compra all’asta la loro casa e li sfratta: padre e figlio lo picchiano e vengono arrestati

Il 55enne professionista, durante l’aggressione, è stato anche rapinato del cellulare


SAN FELICE A CANCELLO – Rapinano, picchiano e minacciano di morte un ingegnere che aveva acquistato la loro casa: arrestati padre e figlio. I due sono finiti agli arresti domiciliari a San Felice a Cancello, nel Casertano. I fatti risalgono all’aprile scorso, quando la vittima aveva acquistato all’asta l’abitazione degli aggressori avviando nei loro confronti la procedura di sfratto. Si tratta- come riporta ilmattino.it- del 60enne Vincenzo Rivetti, dipendente comunale, e del figlio 28enne Michele; indagato anche il genero del 60enne, Salvatore Di Nuzzo di 23 anni, destinatario di un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Sono stati i carabinieri della stazione di Santa Maria a Vico a notificare i provvedimenti emessi dal Gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della Procura. Dalle indagini è emerso che i tre avrebbero cercato di costringere la vittima a sospendere la procedura esecutiva avviata nei confronti di Vincenzo Rivetti in seguito all’acquisto all’asta dell’abitazione di quest’ultimo; il 55enne professionista, durante l’aggressione, è stato anche rapinato del cellulare. L’episodio si è verificato il 28 aprile scorso.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI
LEGGI ANCHE:

Padre e figlio arrestati per resistenza a pubblico ufficiale